Pittura decorativa

Secondo gli esperti imbianchini i lavori che vengono fatti con la pittura decorativa sono molto frequenti dentro gli immobili dei loro clienti, soprattutto perché si ha la volontà poi di rientrare una casa che sia luminosa fresca e pulita, e che trasmettono sensazione impeccabile dal punto di vista estetico.

 Teniamo presente che in questi casi è assolutamente sconsigliato lanciarsi sul fai da te, soprattutto se si vogliono ottenere ottimi risultati. Mentre bisogna rivolgersi a un imbianchino, il quale non si limiterà solo a fare i classici lavori di imbiancatura, ma dovrà garantire al suo cliente, e lo farà se parliamo di uno degli altri livello, un intervento che sia il più completo possibile, visto che si occuperà anche per esempio di preparare la parete.

Si tratta di una fase importante che precede la tinteggiatura, durante la quale per esempio possono essere stuccate eventuali crepes e segni lasciati dai chiodi sulle pareti, oltre al fatto che molto spesso verrà carteggiata la superficie per renderla uniforme e liscia, mentre si eseguirà anche una accurata pulizia, utilizzando un semplice straccio.

 Successivamente l’imbianchino insieme al cliente dovrà scegliere tra le varie tipologie di vetture presenti nel mercato, per cui possiamo trovare vernici lavabili, piccolo smalto traspirante o grassello di calce.

 Bisogna capire quelle che sono le caratteristiche di queste soluzioni per poi scegliere quella migliore per le proprie esigenze, tenendo presente che si può optare per l’imbiancatura decorativa, il cui termine può andare a definire molte applicazioni diverse come per esempio lo stucco veneziano, effetto cemento, velature pareti, ma anche effetto pietra spaccata o bambù, calce decorativa, marmorino e tanto altro.

 Al di là della scelta che si farà nelle opzioni che abbiamo nominato, la cosa importante è sapere che utilizzando queste tecniche decorative non solo si potrà realizzare una imbiancatura semplice, ma si potrà abbellire l’abitazione con qualsiasi colore.

  Teniamo presente che una decorazione in un’abitazione è molto importante, perché valorizza arredi e ambienti, e quindi c’è bisogno del consiglio dell’Imbianchino per capire la soluzione il colore migliore per la propria situazione.

 Altre informazioni su questo lavoro e la pittura

 Secondo quello che dicono anche gli imbianchini esperti l’unico modo di ottenere una buona decorazione e preparare le pareti con appositi fondi e rasanti. In definitiva si può dire che la pittura decorativa è ideale per chi vuole rinnovare una parete con un particolare effetto, tenendo presente che ci sono diverse tecniche di decorazione tra cui spugnatura velatura o spatolato, che consentono di ottenere molti effetti fermatici diversi su quelle pareti.

 Una tra le tecniche più utilizzate è sicuramente la spugnatura che si ottiene preparando prima la parete, utilizzando una tinteggiatura basica per poi passare alla finitura che prevede il tamponamento della parete, che avviene con un leggero utilizzo di una spugna intrisa di vernice decorativa.

  Un’ altra soluzione valida può essere quella di eseguire un lavoro al contrario, stendendo la parete e la tinta di velatura in maniera uniforme, e passando la spugna bagnata sul muro. Quello che succederà è che quest’ultima assorbirà un po’ della pittura decorativa per avere un eccezionale effetto spugnato.

Forse non sapevi che?

Lo stucco veneziano è una tecnica di rifinitura che usa strati di stucco applicati con una spatola, per rendere su una superficie liscia l’effetto del rilievo.
Numerosi sono i nomi che identificano questo prodotto: calce rasata, rasatura, grassello di calce, stucco veneziano, e stucco a calce. Alla base il prodotto è sempre lo stesso.
Ottenuto dalla miscela di grassello di calce, miscela di calce aerea ed acqua, con una polvere impalpabile di marmo, è un prodotto che permette di ottenere una finitura gradevole e pregiata, tipica della storia veneziana e delle ville venete.
L’effetto liscio e lucido si ottiene stendendo dalle due alle tre mani di prodotto di intonaco a calce fine o su marmorino. La pasta stesa e lisciata con la spatola permette alla polvere di marmo di penetrare nella massa di calce, in modo tale che più viene schiacciata più la finitura ottenuta diviene lucida. (Wikipedia)

Chiama Ora
Whatsapp
Email